096553922 cisme@cisme.it
iten

Portale dei Giovani

Master in Mediazione Penale e Culturale

prorogate le iscrizioni al 23 giugno ore 12

Si comunica che in considerazione delle molte richieste di iscrizione sopravvenute sarà ancora possibile iscriversi entro e non oltre il 23 giugno p.v., giusta la proroga dei termini autorizzata, in via del tutto eccezionale, dal Magnifico Rettore dell’università per stranieri “Dante Alighieri di Reggio Calabria.

Presentazione

L’obiettivo primario del Master è quello di formare e qualificare la figura professionale del Mediatore Penale e Culturale; contestualmente, il Master mira ad affinare le competenze giuridiche, sociologiche, psicologiche, nel campo delle scienze sociali e della mediazione linguistica, con lo scopo di favorirne la esigibilità concreta all’interno dei nuovi sistemi di governance della pena, interistituzionali e trasversali, al fine di innescare positivi processi di cambiamento sociale e sottrarre terreno alla sottocultura criminale.

La specializzazione di figure di alto profilo professionale nel settore della mediazione penale e culturale, con particolare riguardo al tema della giustizia riparativa, si innesta nel quadro normativo di riferimento contemporaneo, favorendo nuovi sbocchi occupazionali nell’ambito dell’esecuzione penale e, più in genere, nell’ambito delle istituzioni ed organizzazioni pubbliche e del terzo settore che si occupano di facilitare, attraverso l’attivazione di processi di mediazione e riparazione, la costruzione e realizzazione di progetti e programmi per il recupero ed il reinserimento sociale, lavorativo ed economico delle persone provenienti dai circuiti penali (imputati, detenuti ed ex detenuti – donne e stranieri – contesto penale adulti e minori) ovvero per la prevenzione dei soggetti a rischio di abbacinamento criminale.

Obiettivi Formativi

Il Master ha una durata di 1.500 ore, avrà inizio nel mese di maggio 2016 e conclusione nel mese di maggio 2017. Le attività formative saranno suddivise secondo il seguente schema:

ATTIVITA’ CFU Ore di didattica frontale Ore di studio individuale, di gruppo, tirocinio
Attività didattiche 47 282 893
Attività integrative complementari: seminari, testimonianze, stage, tesi e discussione finale 13 18 307
TOTALE 60 300 1230

Le attività del Master sono inquadrate all’interno di un percorso formativo che prevede l’acquisizione di 60 CFU, pari a 1.500 ore complessive, di cui 300 ore di lezioni frontali, con un rapporto di 1 CFU per 25 ore di attività formativa di cui 6 ore di didattica frontale e 19 ore di studio individuale e/o di gruppo.

Il Master prevede la frequenza obbligatoria di almeno il 75% di ciascuna delle aree tematiche programmate ed almeno il 75% delle attività seminariali e di stage.

Per ciascuna macro-area disciplinare sono previsti dei lavori di gruppo e/o verifiche singole espresse in trentesimi.

Il superamento della prova di verifica con un voto pari ad almeno 18/30 e la certificazione dell’avvenuta partecipazione alle attività integrative e complementari costituiscono condizione per accedere alla discussione della tesi finale.

Il conseguimento del titolo di Master è subordinato al superamento di una prova finale di accertamento delle competenze complessivamente acquisite.

Destinatari

Il Master è rivolto a studenti italiani e stranieri degli stati UE ed extra–UE in possesso del diploma di laurea triennale o laurea quadriennale (vecchio ordinamento) o di laurea magistrale/specialistica o a ciclo unico (nuovo ordinamento) conseguiti presso Università italiane oppure di altro titolo di studio equipollente riconosciuto idoneo secondo la normativa vigente. Il titolo di studio deve essere posseduto alla data di scadenza del termine per le iscrizioni.

I candidati ideali del Master sono i laureati nelle discipline giuridiche, sociologiche, psicologiche, scienze sociali e laureati nel campo della mediazione linguistica che intendono approfondire le discipline professionali inerenti la mediazione penale e culturale.

Il Master Universitario di Primo Livello in Mediazione Penale e Culturale (MaMed) è riservato ad un numero di allievi compreso tra 30 e 45, di cui il 5% dei posti è riservato a studenti stranieri.

In caso di mancata iscrizione degli stranieri, i posti relativi saranno resi disponibili per gli studenti italiani.

Non è consentita l’ammissione di candidati  contemporaneamente iscritti a corsi di laurea, laurea specialistica, altri master di I o II livello, dottorati di ricerca o beneficiari di assegni di ricerca.

Figure Professionali e Mercati di Sbocco

Il Master si propone l’obiettivo di formare figure di alto profilo professionale nel settore della mediazione penale e culturale, con particolare riguardo al tema della giustizia riparativa, in conformità del quadro normativo di riferimento contemporaneo. La specializzazione della figura professionale del mediatore penale culturale consente nuovi sbocchi occupazionali nell’ambito dell’esecuzione penale e, più in genere, nell’ambito delle istituzioni ed organizzazioni pubbliche e del terzo settore che si occupano di facilitare, attraverso l’attivazione di processi di mediazione e riparazione, la costruzione e realizzazione di progetti e programmi per il recupero ed il reinserimento sociale, lavorativo ed economico delle persone provenienti dai circuiti penali (imputati, detenuti ed ex detenuti – donne e stranieri – contesto penale adulti e minori) ovvero per la prevenzione dei soggetti a rischio di abbacinamento criminale.

Struttura del Corso

Il Master ha una durata di 1.500 ore, avrà inizio nel mese di maggio 2016 e conclusione nel mese di maggio 2017.

Le attività del Master sono inquadrate all’interno di un percorso formativo che prevede l’acquisizione di 60 CFU, pari a 1.500 ore complessive, di cui 300 ore di lezioni frontali, con un rapporto di 1 CFU per 25 ore di attività formativa di cui 6 ore di didattica frontale unitamente a 19 ore di studio individuale e/o di gruppo.

Nel dettaglio il Master prevede la frequenza obbligatoria di almeno il 75% di ciascuna Area tematica programmata ed almeno il 75% delle attività seminariali e di stage.

Per ciascuna macro-area disciplinare sono previsti dei lavori di gruppo e/o verifiche singole espresse in trentesimi.

Il superamento della prova di verifica con un voto pari ad almeno 18/30 e la certificazione dell’avvenuta partecipazione alle attività integrative e complementari costituiscono condizione per accedere alla discussione della tesi finale.

Il conseguimento del titolo di Master è subordinato al superamento di una prova finale di accertamento delle competenze complessivamente acquisite.

Per tutti gli approdondimenti cliccare qui